• Guida alla scelta del climatizzatore

    Pubblicato il 18.07.2020

    Una delle soluzioni più efficaci per contrastare l'aumento delle temperature estive è senz’altro l'acquisto di un climatizzatore.

     Nella scelta di un climatizzatore è importante tener conto di alcune caratteristiche per fare un buon acquisto, facilmente valutabili, che spiegheremo nei prossimi paragrafi.

    Scegliere con oculatezza permette non solo di avere un prodotto valido, ma anche di risparmiare sulla bolletta elettrica.

    Cosa sono i BTU? Scelta dei BTU necessari Nell’acquisto di un climatizzatore, uno delle caratteristiche da valutare sono i BTU (British Thermal Unit), che servono a indicare la potenza richiesta (energia consumata) da questo elettrodomestico per raffreddare o riscaldare un ambiente.

    Maggiore sarà il numero di BTU e più grande sarà l’ambiente che riuscirà a raffreddare o riscaldare e quindi la capacità di raffreddamento o riscaldamento, per questo motivo prima di acquistare un condizionatore o climatizzatore è importante sapere prima quanti metri quadri misura l’ambiente da climatizzare.

    Per calcolare i metri quadri di una stanza basta semplicemente moltiplicare la lunghezza per la larghezza della stanza, esempio se una stanza è lunga 5 metri e larga 4 metri, i metri quadri saranno 20, ovvero 5 x 4.

    Per ogni metro quadro sono necessari circa 300 BTU, oltre a considerare altre piccoli fattori indicati nelle prossime righe, ma sommariamente, moltiplicando i metri quadri per 300 BTU, si ottengono i BTU necessari.

    A seconda dei metri quadri, questa è la quantità di kW e BTU richiesti: Superficie della stanza in metri quadri Potenza Nominale richiesta in kW Potenza Nominale richiesta in BTU/h

    Superficie (mq) Potenza Nominale richiesta in kW Potenza Nominale richiesta in BTU/h
    fino a 10 m² 1,46 5.000
    da 10 a 20 m² 2,05 7.000
    da 20 a 30 m² 2,63 9.000
    da 30 a 40 m² 3,51 12.000
    oltre i 40 m² 5,27 18.000


    Oltre ai metri quadri dell’ambiente da climatizzare vanno valutate altre variabili tra cui: la posizione geografica; l’esposizione al sole; le caratteristiche delle pareti e l’isolamente che forniscono esse dall’esterno; il numero di persone che vivono in casa la presenza nella stanza da raffreddare di apparecchi o elettrodomestici che producono calore Informazioni aggiuntive: 1000 BTU/h equivalgono circa a 293 Watt (Esempio 9000 corrispondono a BTU 2637 Watt) Una BTU è definita dalla quantità di calore richiesta per alzare la temperatura 453,6 grammi di acqua da 3,8 °C a 4,4 °C.

    Cosa vuol dire INVERTER? I primi modelli di climatizzatore, ovvero i climatizzatori tradizionali e soprattutto quelli più economici, per raggiungere la temperatura desiderata, lavorano sempre al massimo della loro potenza, regolando la temperatura dell’ambiente in cui si trovavano solo tramite l’accensione e lo spegnimento del compressore e sono detti on/off. I climatizzatori più recenti nella maggior parte dei casi sono dotati invece di tecnologia inverter, una tecnologia capace di ottimizzare in modo intelligente i consumi, in quanto riescono a dosare e modulare la potenza erogata in base alla temperatura ambientale, da questo ne consegue un identico tempo di raggiungimento della temperatura desiderata, ma con un risparmio di energia elettrica soprattutto nel momento in cui ci si avvicina e soprattutto si raggiunge la temperatura ideale impostata.

    Quindi come potete ben capire questa tecnologia è conveniente per chi deve tenere un ambiente climatizzato per più ore, viceversa è sprecata per chi accende il condizionatore solo per poche decine di minuti. Anche questa caratteristica, come quella la scelta dei BTU è bene che sia valutata attentamente per avere un risparmio sui consumi. Condizionatore/climatizzatore fisso, mobile o monoblocco? In base all’ambiente di lavoro e alle proprie esigenze è da valutare il tipo di condizionatore da acquistare. Esistono modelli fissi con e senza unità esterna, modelli mobili e monoblocco, ognuno ha i suoi vantaggi e svantaggi. tutti tipi di climatizzatore condizionatore Il modello fisso con unità esterna è più silenzioso perché il motore è collocato all’esterno, inoltre ha una maggiore resa, l’unico inconveniente è che necessita di un installatore che deve fare un po’ di lavoro, anche se ultimamente stanno prendendo sempre più piede condizionatori che sono privi dell’unità esterna, il che vuol dire che all’esterno non si vedrà più quell’unità ingombrante e antiestetica ma solo due fori coperti da una griglia, che assicureranno lo scambio termico.

    Il modello fisso senza unità esterna simile al precedente ma privo dell’unità che va montata all’esterno dell’abitazione. In questo modello tutti i componenti dell’unità esterna sono all’interno del climatizzatore stesso, mentre è collegato con l’ambiente esterno da uno o massimo due tubi. All’esterno della stanza in cui viene montato si vedranno solo due fori di circa 10 cm coperti da una griglia. Purtroppo come difetti, ha una resa non ottimale come il modello precedente ed è un po’ più rumoroso. Il modello portatile ha il vantaggio di non aver bisogno di installazione, va solo attaccato alla corrente.

    Oltre a questo è comodo in quanto si può spostare da un ambiente a un altro tramite le rotelle ed è come costo d’acquisto più economico, però ha una resa inferiore a parità di consumi. Parametri di raffreddamento (SEER) e di riscaldamento (SCOP) Il SEER è l’indice di efficienza energetica stagionale, calcolato come il rapporto tra il fabbisogno annuo di raffreddamento e il consumo annuo di energia elettrica finalizzato allo scopo di raffreddamento.

    Lo SCOP è il coefficiente di prestazione stagionale, indica il rendimento del climatizzatore utilizzato con la funzione di riscaldamento, calcolato con il rapporto tra il fabbisogno annuo di riscaldamento e il consumo annuo di energia elettrica finalizzato allo scopo di riscaldamento. Questi due parametri dal 2013 hanno sostituito i parametri EER e COP.

    Un esempio pratico è il seguente: Con un valore di SCOP uguale a 4, vuol dire che il climatizzatore che assorbe 1 kW di corrente elettrica ne genera come calore 4 kW termici. Classe Energetica E’ divisa in sette classi energetiche: A+++, A++, A+, A, B, C e D. Raffreddamento Classe di Efficienza Energetica Riscaldamento SEER = 8,50 A+++ SCOP = 5,10 6,10 = SEER < 8,50 A++ 4,60 = SCOP < 5,10 5,60 = SEER < 6,10 A+ 4,00 = SCOP < 4,60 5,10 = SEER < 5,60 A 3,40 = SCOP < 4,00 4,60 = SEER < 5,10 B 3,10 = SCOP < 3,40 4,10 = SEER < 4,60 C 2,80 = SCOP < 3,10 3,60 = SEER < 4,10 D 2,50 = SCOP < 2,80 Rumorosità Un altro aspetto importantissimo di cui è necessario tenero conto è la rumorosità, che viene misurata in dB (decibel). Fortunatamente la maggior parte degli attuali climatizzatori è molto silenziosa, caratteristica che si abbina bene con chi lavorare in posti in cui è necessario silenzio o nel guardare la tv di sera. Si può definire come soglia massima di comfort un valore di decibel che non va oltreppassato durante le ore diurne di 45 dB, mentre la notte l’ideale sarebbe non oltrepassare i 25/30 decibel.

    Alcuni dei modelli da noi elencati scendono addirittura a 19 dB, valore quasi impercettibile. Monosplit e Multisplit La differenza tra monosplit e dual split (due unità) e Multisplit è molto semplice. Nei mono split ad ogni unità esterna può essere associata una sola unità interna, mentre nei dual split o multi split ad ogni unità esterna si possono collegare più unità interne, fino a un massimo di 9 per alcuni modelli. Climatizzatore Smart Wi-fi Per i meno esperti, quando troviamo presente come caratteristica la voce Smart Wi-fi, ci troviamo difronte a un climatizzatore che può essere attivato e gestito da remoto, tramite uno smartphone o un tablet tramite un’applicazione creata dal costruttore del climatizzatore. Una comodità veramente impareggiabile, per chi sapendo di tornare a casa, vuole trovare un ambiente già fresco e tramite smartphone o tablet attiva il condizionatore in anticipo ovunque si trovi. I migliori climatizzatori fissi da acquistare Vi lasciamo ora alla lista dei migliori climatizzatori fissi presenti in commercio per rapporto qualità/prezzo, in cui sono stati valutati tra i tanti fattori, la capacità di raffreddare e riscaldare un ambiente, la classe energetica, la rumorosità misurata in decibel all’interno e all’esterno dell’ambiente da climatizzare, gli indici di efficienza di raffreddamento (SEER) e di riscaldamento (SCOP), in alcuni modelli troviamo anche funzioni smart wi-fi, resta solo a voi scegliere il condizionatore in base alla cifra che potete spendere. Abbiamo suddiviso le offerte presenti tenendo conto solo delle migliori marche e suddividendo le offerte per produttore. Consigliamo l’acquisto su Amazon perché grazie ad offerte e sconti è semplice risparmiare. Troviamo inoltre una varietà maggiore di prodotti rispetto ai negozi fisici. Su Amazon potete approfittare anche della super assistenza di due anni e del reso semplice, acquistando in tutta sicurezza. Sconsigliamo l’acquisto di condizionatori o climatizzatori di marche sconosciute, come spesso si trovano nei grandi centri commerciali, in quanto molto spesso a un prezzo allettante, si affianca una scarsa qualità, bassa efficienza energetica e problemi sull’assistenza.

    Le migliori marche di climatizzatori in questo campo sono rappresentate da Daikin (leader mondiale per quanto riguarda sistemi di climatizzazione e riscaldamento residenziali, commerciali, alberghiere e industriali), seguita da Samsung, Mitsubishi e Hisense

    Continua a leggere
  • Benvenuti nel blog elettrodomestici Soloperaffare.it

    Pubblicato il 28.03.2020

    Benvenuti nel Blog Soloperaffare.it

    Soloperaffare.it è sinonimo di qualità e convenienza sul panorama italiano per chi desidera acquistare online o in un nostro punto vendita un elettrodomestico, televisore, climatizzatore e tanto altro !

    Continua a leggere
  • Lavatrice, quale scegliere

    Pubblicato il 28.03.2020

    Le lavatrici moderne sono efficienti e multifunzionali si differenziano tra di loro per vari aspetti come funzioni intelligenti, classe di efficienza energetica, spazio e capienza di carico.

    Nella scelta del modello di lavatrice è opportuno soffermarsi sulle varie caratteristiche tecniche ad esempio:

    • Capacità di carico
    • Velocità di centrifuga
    • Consumo energetico
    • Disponibilità programmi
    • Sistemi di sicurezza.

    Continua a leggere

3 risultati trovati (10 per pagina - 1 in totale)

Ultimi articoli

Stock in srl, Via Marconi 50, 80053 Castellammare di Stabia (Na), P.I.:07396571213

Point
Ready Pro ecommerce